Degradazione di alcolizzato di alcolismo cronica della personalità

Alcol tra giovanissimi, lo sballo e le sue conseguenze - Generazioni del 11/11/2015

Vologda per curare lalcolismo

Ingannandosi da soli, molti si creano dei desideri artificiali la cui soddisfazione produce loro un apparente benessere, ma che in realtà li allontana sempre più dalle vere gioie della vita.

Queste necessità artificiali e morbose vanno chiamate col loro vero degradazione di alcolizzato di alcolismo cronica della personalità vizi, e non sono altro che intossicazioni. Beve vino, per lo meno due volte al giorno — a pranzo e a cena — e in altre occasioni sceglie bevande più forti. Nel fegato, diverse tossine vengono distrutte o neutralizzate con la successiva eliminazione. Alla fine, si sviluppa la cirrosi epatica, malattia dalla lenta evoluzione, ma frequentemente fatale.

Allora la sintesi delle proteine, degradazione di alcolizzato di alcolismo cronica della personalità normalmente avviene nel fegato, non si compie più nella giusta misura. Alcune sue manifestazioni sono: ritardo mentale, imbecillità, epilessia e altre malattie mentali. Il risultato di tale lesione è la perdita della forza muscolare, specialmente alle gambe, con il risultato di una difficile deambulazione e persino di paralisi.

Molte persone credono che una buona sorsata di bevanda alcolica nello stomaco sia il miglior rimedio contro il freddo. Inoltre, con la combustione gli alimenti energetici producono energia che viene sfruttata dal tessuto muscolare per produrre lavoro e movimento. A mano a mano che si ingerisce alcool in dosi sempre maggiori, nello stesso modo si vanno annullando diverse funzioni cerebrali, e si manifestano in seguito i seguenti stati di ubriachezza o di alcolismo acuto.

Primo grado, o di eccitazione. Il bevitore prova una gradevole sensazione di euforia e di benessere. Il suo viso diventa acceso e la respirazione e il battito si fanno accelerati. Secondo grado, o di incoordinamento. La depressione raggiunge già il cervello, per cui la deambulazione si fa barcollante.

Gli è impossibile coordinare i movimenti necessari per accendere un cerino o abbottonarsi il cappotto. Terzo grado, o coma alcolico. A mano a mano che aumentano il contenuto alcolico nel sangue, si presenta un quadro di instabilità e di sonnolenza crescenti che, accentuandosi, porta il soggetto alla totale incoscienza o al coma alcolico.

Questo grave stato è caratterizzato da una profonda astenia, vomito, incontinenza di orina e di feci. Chi lo raccoglie, sentendo un alito decisamente alcolico, attribuisce la sua incoscienza solo alla sua ebbrezza. Per evitare quanto è stato descritto, bisognerà pensare subito alla possibilità di un serio trauma cranico davanti a un soggetto che viene trovato in stato di incoscienza, benché puzzi fortemente di alcool. Alcuni che sono timidi e paurosi prima di bere, dopo si sentono capaci di pronunciare lunghi discorsi.

Alcuni lavoratori bevono, pensando degradazione di alcolizzato di alcolismo cronica della personalità in questo modo aumenteranno la loro resistenza degradazione di alcolizzato di alcolismo cronica della personalità la fatica. La sua azione è esclusivamente depressiva sui centri nervosi.

Non stimola mai. Il bevitore moderato è, invece, colui che beve ogni giorno una quantità di alcool sufficientemente piccola, in modo che i suoi effetti siano passati prima della prossima ingestione.

Come si vede, la differenza tra questi due tipi di bevitori è solo di grado. Ogni alcolizzato cronico è stato prima, e a volte per anni, un bevitore moderato. Per questa ragione dobbiamo adoperarci alla sua profilassi come lo facciamo per le malattie epidemiche. Consigli Alimentari. Previous : Sale e ipertensione. Next : Energie negative. La Bronchite Gennaio 24, Agopuntura Gennaio 24, Energie negative Dicembre 23, Come smettere di fumare Novembre 16, Obesità Novembre 16,