Distrofia di muscoli ad alcolismo

Alcolismo: uscirne è possibile

Ricovero in ospedale di alcolismo in Kaluga

Che cosa è la distrofia muscolare e come funziona il meccanismo ereditario di trasmissione della malattia. Tra tutte le distrofie muscolari, la più nota è sicuramente anche quella più diffusa, conosciuta con il nome di distrofia muscolare di Duchenne. Come abbiamo già anticipato, la distrofia muscolare è un gruppo di malattie genetichefrequentemente di natura ereditaria, che generano un graduale indebolimento dei muscoli e una progressiva disabilità. Oltre alla già ricordata distrofia muscolare di Duchenne, che costituisce la tipologia più nota di distrofia muscolare, è possibile ricordare fin da questa sintetica premessa la distrofia miotonica, la distrofia muscolare facio-scapolo-omerale, la distrofia muscolare di Becker, le distrofie muscolari dei cingoli, la distrofia muscolare oculofaringea, la distrofia muscolare di Emery-Dreifuss e ancora le distrofie muscolari distali.

La distrofia muscolare di Duchennela più comune, colpisce un bambino maschio ogni 3. La seconda più comune è la distrofia miotonicache invece affligge una persona ogni La terza per diffusione è distrofia muscolare facio-scapolo-omerale, che invece interessa una persona ogni Nella sola Italia sono circa Nella maggior parte dei casi si manifesta tra i due e i tre anni di vita. I primi muscoli che cominciano ad essere oggetto di tale patologia quelli che si trovano nella fascia lombare e quella pelvica.

I genitori hanno certamente la possibilità di capire qualche segnale che proviene dal bambino. Come ad esempio la difficoltà ad alzarsi, piuttosto che a saltare oppure a fare le scale. Si tratta di una patologia multi-sistemica che va a distrofia di muscoli ad alcolismo principalmente la muscolatura scheletrica e altre varie zone del corpo umano. Non solo, visto che spesso viene colpita anche la muscolatura del volto.

Una delle peculiarità di tale tipologia di distrofia muscolare è il fenomeno miotonico. I muscoli, infatti, non sono solamente più deboli, ma hanno la tendenza a rilasciarsi con notevole difficoltà in seguito alla contrazione.

Il paziente, di conseguenza, fa davvero una gran fatica a mollare la presa dopo che ha preso in mano un oggetto stringendolo. La situazione clinica di questo tipo di distrofia muscolare è distrofia di muscoli ad alcolismo molto eterogenea.

Le cardiomiopatie, invece, possono insorgere con maggiore frequenza dopo che il paziente ha compiuto i 20 anni e possono condurre addirittura alla morte improvvisa.

Sono due i principali geni che vengono associati allo distrofia di muscoli ad alcolismo di tale patologia.

Il rilevamento delle mutazioni di tali geni consente lo screening in tutti quei soggetti che sono a rischio. Al distrofia di muscoli ad alcolismo stesso permette anche, nei casi in cui ovviamente venga richiesto, di effettuare una possibile diagnosi prenatale di feto.

Ci sono essenzialmente due tipologie di distrofia muscolare dei cingoli. La prima corrisponde alle distrofia di muscoli ad alcolismo dominanti. Queste ultime nella maggior parte dei casi sono quelle più benigne e insorgono davvero in pochi casi. La seconda categoria è rappresentata dalle distrofia di muscoli ad alcolismo recessive. Si tratta di malattie che insorgono molta più frequenza e presentano una distribuzione geografica piuttosto differente.

Distrofia di muscoli ad alcolismo forme di distrofia dei cingoli si possono trasmettere sia medianti meccanismi autosomici che dominanti, ma anche recessivi. Le mutazioni genetiche che sono responsabili delle distrofie muscolari possono essere numerose.

Il tratto distintivo che lega molte di loro è che, molto spesso, sono anche di carattere ereditorio, e possono dunque essere trasmesse dai genitori ai figli. Ma come si ereditano le distrofie? Ed è proprio attraverso questo procedimento che insorgono le malattie genetiche ereditarie come alcune delle distrofie che sopra abbiamo avuto modo di citare.

Più nel dettaglio, le distrofie muscolari che sono oggetto di trasmissione dai genitori ai figli possono appartenere a numerose categorie. Tra gli esempi più noti di distrofie muscolari a carattere recessivo troviamo alcune distrofie muscolari dei cingoli e un sottotipo della distrofia muscolare di Emery-Dreifuss.

Vi sono poi le c. Tra gli esempi di distrofie muscolari a carattere dominante troviamo la distrofia miotonica, la distrofia muscolare facio-scapolo-omerale, la distrofia muscolare distrofia di muscoli ad alcolismo, un sottotipo della distrofia muscolare di Emery-Dreifuss e alcune distrofie muscolari dei distrofia di muscoli ad alcolismo.

Tra i principali esempi di distrofie muscolari legate al cromosoma sessuale Distrofia di muscoli ad alcolismo troviamo la distrofia muscolare di Duchenne e la distrofia muscolare di Becker.

È questo il motivo per cui possono ammalarsi di distrofia muscolare di Duchenne anche i figli maschi di donne del tutto sane non portatrici della malattia. Esistono alcuni sintomi che possono più facilmente portare ad un sospetto legato alla distrofia muscolare. Prima di tutto prescrive gli esami del sangue. Si tratta di un particolare enzima che ha la capacità di svolgere un ruolo di indicatore relativamente alla degradazione muscolare. Un altro esame spesso prescritto è la biopsia muscolare.

Questa diagnosi viene portata a termine sui villi coriali. Si tratta di porzioni di tessuto che diventerà successivamente placenta. Questo esame deve essere eseguito durante la decima settimana di gravidanza ed è utile per capire se il bambino soffrirà di tale malattia o meno. Sono tanti gli approcci terapeutici a cui si fa riferimento. Ad esempio, possono essere prescritti trattamenti cardiologici, endocrinologici, ma anche terapie ortopediche e respiratorie.

Parliamo naturalmente della distrofia muscolaredistrofia di muscoli ad alcolismo patologia che colpisce tantissimi italiani e che, a quanto pare, presto potrebbe contare su una cura davvero inattesa. Non solo: sempre secondo le ricerche effettuate sul territorio campano, le stesse proprietà potrebbero essere utili per poter recuperare le funzioni motorie perdute. Il ricercatore sottolinea come da anni i propri studi siano stati incentrati sul dimostrare come le alterazioni di questo sistema siano associate a diverse patologie di ordine neurologico.

Previous Post Fosfomicina, un antibiotico naturale contro le infezioni Next Post Clexane enoxaparina un antitrombotico Dr. Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Vedi il profilo completo della Dottoressa Roberta Gammella. Le distrofia di muscoli ad alcolismo, salvo errori, non sono coperte da copyright. Le informazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico-paziente; si raccomanda di chiedere il parere del proprio dottore prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata. Questo sito contribuisce alla audience di. Conosci i Dottori. Impostazioni privacy. Home Malattie. Distrofia muscolare, che cosa è e come si eredita Che cosa è la distrofia muscolare e come funziona il meccanismo ereditario di trasmissione della malattia.

Capitolo nascondi. Previous Distrofia di muscoli ad alcolismo Fosfomicina, un antibiotico naturale contro le infezioni Next Post Clexane enoxaparina un antitrombotico. Related Posts. Botulino: batterio degli alimenti e un segreto di bellezza 22 Ottobre Scabbia contagio: come avviene e i distrofia di muscoli ad alcolismo 22 Ottobre Verruche piane, una fastidiosa infezione: cause e rimedi 22 Ottobre Gastroenterite virale, come riconoscerla e curarla 22 Ottobre Cimici dei letti: cosa sono e come liberarsene!

I dottori che collaborano con noi. Salvatore Ruggiero Dr. Cookie Contatti Disclaimer Privacy Chi siamo. Conosci i dottori che collaborano con noi.