Il corso di gravidanza ad alcolismo della donna

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULL'ALCOL: #TELOSPIEGO!

Quanto per Colm in una farmacia il prezzo

In genere, durante la gravidanza non si devono assumere farmaci se non in caso di necessità, in quanto possono danneggiare il feto. Tuttavia, talvolta, sono indispensabili per la salute della donna e del feto.

Prima di assumere qualsiasi farmaco compresi quelli da banco o integratore dietetico come le piante medicinali la donna in gravidanza deve, pertanto, consultare il medico curante.

I farmaci assunti in gravidanza possono danneggiare il feto in diversi modi:. Possono agire direttamente sul feto, danneggiandolo e provocando anomalie dello sviluppo con conseguenti difetti congeniti o la morte. Inoltre possono avere effetti indiretti sul feto. Il sangue materno attraversa lo spazio che circonda i villi spazio intervilloso. Solo una sottile membrana barriera placentare separa il sangue della madre, nello spazio intervilloso, dal sangue fetale, nei villi.

I farmaci presenti nel sangue materno attraversano questa membrana e passano nei vasi sanguigni dei villi e, attraverso il cordone ombelicale, raggiungono il feto. Il corredo genetico della madre, che influisce sulla quantità di farmaco attivo e disponibile. Altri fattori correlati alla madre per esempio, se la madre vomita potrebbe non assorbire la stessa quantità di farmaco, pertanto il feto è esposto a una quantità inferiore dello stesso.

Aborto spontaneo. Difetto congenito evidente. Gli organi fetali sono in fase di sviluppo, il che rende il feto particolarmente vulnerabile ai difetti congeniti. I farmaci erano classificati a partire da quelli con rischio minimo fino a quelli altamente tossici, che non dovrebbero mai essere usati il corso di gravidanza ad alcolismo della donna donne in gravidanza perché causano gravi difetti congeniti. Un esempio di il corso di gravidanza ad alcolismo della donna altamente tossico è la talidomide.

Questa sostanza causa un grave sottosviluppo delle braccia e delle gambe e malformazioni intestinali, cardiache e vascolari nei bambini nati da donne che lo assumono durante la gravidanza. Il sistema di classificazione era basato molto meno spesso su studi ben disegnati condotti in donne in gravidanza, dato che gli studi di questo tipo sono molto pochi. Informazioni per aiutare gli operatori sanitari a decidere se il farmaco debba essere utilizzato durante la gravidanza e aiutarli a spiegare rischi e benefici del farmaco alla gestante.

Valutano la somministrazione di un farmaco a una donna in gravidanza per il trattamento di un disturbo solo quando il possibile beneficio supera i rischi noti.

Spesso è possibile usare un farmaco più sicuro al posto di un altro potenzialmente dannoso in gravidanza. Sono inoltre disponibili molti antibiotici sicuri, come la penicillina, per curare le infezioni.

Alcuni farmaci possono provocare conseguenze dopo la sospensione. Per questa ragione si consiglia alle donne di aspettare almeno settimane dopo la sospensione del farmaco prima di iniziare una gravidanza. Possibili problemi. Farmaci ansiolitici. Benzodiazepine come diazepamalprazolam o lorazepam. Se il farmaco viene assunto nelle ultime fasi della gravidanza, respirazione molto lenta o sindrome da astinenza causa di irritabilità, tremori e riflessi esagerati nel neonato.

Amminoglicosidi come amikacina, gentamicina, neomicina, streptomicina e tobramicina. Nelle donne o nei feti con carenza di G6PDla degradazione dei globuli il corso di gravidanza ad alcolismo della donna.

Fluorochinoloni come ciprofloxacina, ofloxacina, levofloxacina e norfloxacina. Sulfamidici come sulfasalazina e trimetoprim-sulfametossazolo. Se somministrati nelle ultime fasi della gravidanza, ittero e, senza trattamento, danno cerebrale kernittero nel neonato. Rallentamento della crescita ossea, ingiallimento permanente dei denti e maggior rischio di carie del bambino.

Anomalie cerebrali e del midollo spinale difetti del tubo neuralecome spina bifida. Inibitori del fattore Xa come rivaroxabanapixaban o edoxaban. Trombocitopenia riduzione del numero di piastrine che intervengono nella coagulazione del sangue il corso di gravidanza ad alcolismo della donna gestante, con eventuale conseguenza di eccessivo sanguinamento. Difetti congenitideficit intellettivo, cataratta e altri problemi oculari del feto.

Sono stati osservati effetti dannosi negli animali, ma le evidenze sono contrastanti per quanto riguarda il rischio di difetti congeniti nei neonati. Farmaci antiemetici utilizzati per calmare la nausea. Farmaci antimicotici. Nessun aumento del rischio di difetti congeniti, ma non sono stati condotti studi ben disegnati su donne in gravidanza. Farmaci antipertensivi.

Con eplerenonenessun aumento del rischio di difetti congeniti negli animali, ma non sono stati condotti studi in donne in gravidanza. Se si assumono i farmaci nelle ultime fasi della gravidanza, danno renale nel feto, riduzione della quantità di liquido che circonda il feto in fase di sviluppo liquido amniotico e difetti del viso, degli arti e dei polmoni. Se si assumono beta-bloccanti durante la gravidanza, ridotta frequenza cardiaca, bassi livelli di glicemia ed eventualmente rallentamento della crescita fetale restrizione della crescita e parto pretermine.

Se i farmaci vengono assunti nelle fasi più avanzate della gravidanza, crescita insufficiente del feto. Diuretici tiazidici. Diminuzione dei livelli di ossigeno, sodio e potassio oltre al numero di piastrine nel sangue fetale. Farmaci antipsicotici. Irrequietezza, irritabilità, tremori, difficoltà di respirazione e problemi di allattamento sintomi di astinenza dal farmaco nel neonato, poiché alla nascita cessa il passaggio del farmaco dalla madre al feto attraverso la placenta.

Nessuna evidenza di un aumento del rischio di difetti congeniti, ma non è stato condotto alcuno studio ben disegnato in donne in gravidanza. Farmaci anticonvulsivanti. Alto rischio di malformazioni congenite come labbro leporino e difetti di cuore, cranio, viso, mani e il corso di gravidanza ad alcolismo della donna.

Un certo rischio di malformazioni congenite, fra cui palatoschisi, difetti del tubo neurale come meningomielocele e difetti cardiaci, del volto, del cranio, della colonna vertebrale e degli arti. Farmaci chemioterapici. Difetti congeniti come sottosviluppo della mascella, palatoschisi, sviluppo anomalo delle ossa craniche, difetti della colonna vertebrale, delle orecchie e piede torto.

Crescita inadeguata del feto ritardo di crescita. Se il litio è assunto nelle fasi avanzate della gravidanza, letargia, ridotto tono muscolare, scarsa alimentazione, ipoattività della tiroide e diabete insipido nefrogenico del neonato.

Farmaci antinfiammatori non steroidei FANS. Irrequietezza, irritabilità, tremori, difficoltà di respirazione e problemi di allattamento sintomi di astinenza dal farmaco nel neonato. Farmaci anti-iperglicemici ipoglicemici orali.

Il corso di gravidanza ad alcolismo della donna sessuali. Progestinici sintetici a esclusione di quelli a basso dosaggio utilizzati nei contraccettivi orali. Trattamenti cutanei. Difetti congeniti, come anomalie cardiache, orecchie piccole e idrocefalo accumulo di liquido nel cervello. Farmaci per la tiroide. Aumento del rischio di tumori pediatrici.

Vaccino per rosolia morbillo tedesco e varicella. Il corso di gravidanza ad alcolismo della donna per rosolia, parotitepoliomielite o vaccino per la febbre gialla. Altri farmaci. Restringimento dei vasi sanguigni nella placenta, che il corso di gravidanza ad alcolismo della donna ridurre la quantità di ossigeno e sostanze nutritive che il feto riceve con conseguente crescita inadeguata prima della nascita. Tuttavia, talvolta, possono essere indispensabili per la salute della donna e del feto.

Non dovrebbe smettere di assumerli di propria iniziativa. Causano tuttavia anche un esagerato senso di benessere e, se usati in dosi eccessive, dipendenza e assuefazione. I vaccini che contengono virus vivi come il vaccino per la rosolia e il vaccino per la varicella non vengono somministrati in caso di gravidanza certa o presunta.

Altri vaccini come quelli per coleraepatite Aepatite Bpeste, rabbiadifterite e febbre tifoide sono somministrati durante la gravidanza solo in caso di rischio considerevole di sviluppare quella particolare il corso di gravidanza ad alcolismo della donna.

Tutte le donne dovrebbero ricevere il vaccino anti- tetano-difterite-pertosse Tdappreferibilmente tra la 27a e la 36a settimana di ogni gravidanza. Questo vaccino protegge contro la pertosse. Entrambi i tipi di ipertensione aumentano il rischio di problemi sia per la donna preeclampsia sia per il feto vedere la pagina Ipertensione in gravidanza.

Tuttavia, gli antipertensivi possono ridurre notevolmente la perfusione placentare, a causa di una riduzione troppo rapida della pressione. Pertanto, le donne in gravidanza che devono assumere questi farmaci vengono strettamente monitorate. Questi farmaci possono creare gravi problemi al feto, come danno renale, crescita non adeguata prima del parto restrizione della crescita e difetti congeniti.

Anche lo spironolattone non viene prescritto alle donne in gravidanza. Non sono gli antipertensivi di prima scelta utilizzati. Tuttavia, il corso di gravidanza ad alcolismo della donna dose normale la digossina non influisce generalmente in modo significativo sul bambino prima o dopo la nascita. In questi casi i benefici del trattamento di solito superano i rischi.

Sembra che la paroxetina aumenti il rischio di difetti cardiaci congeniti, quindi le donne che fanno uso di paroxetina devono sottoporsi a ecocardiografia per valutare il cuore del feto. Altri SSRI invece non aumentano questo rischio. Il corso di gravidanza ad alcolismo della donna, se i sintomi depressivi sono significativi o se peggiorano con la riduzione della dose, è opportuno riprendere la terapia. Una riduzione del peso alla nascita ritardo di crescita. Più la donna fuma in gravidanza, più basso sarà il peso del bambino.

Il peso medio alla nascita dei bambini nati da donne fumatrici è ridotto di grammi rispetto a quello dei bambini nati da donne non fumatrici.

Le malformazioni genetiche a livello cardiaco, cerebrale e facciale sono più frequenti nei bambini di donne fumatrici rispetto agli altri. Sindrome della morte improvvisa del lattante SIDS. Posizione anomala della placenta placenta previa. Distacco prematuro della placenta distacco di placenta o abruptio placentae.

Rottura prematura delle membrane contenenti il feto. Travaglio pretermine.