Il giornale di parete medico su alcolismo

DEPURA il FEGATO e DISINTOSSICATI dall’ALCOL con ZENZERO e LIMONE in SOLO 7 GIORNI

Come costringere la persona a non bere appezzamenti di alcool

Una città di baracche incastrata in una delle metropoli più grandi dell'Africa. Immaginatevi una discarica gigantesca, moltiplicatela per dieci e popolatela di due milioni e mezzo di abitanti. Più o meno avrete in mente gli slum di Nairobi. Migliaia di baracche dalla faccia di arlecchino, di ogni colore, costruite con materiali di risulta: copertoni, fango, cartoni, lamiere di un qualche prodotto alimentare. E migliaia di bambini, vestiti di nulla, che saltellano in mezzo al fango.

How are you? E chi ha niente cerca comunque di darti qualcosa, fosse anche una stretta di mano o un sorriso sdentato. Tra cibo, spazzatura e fango Nairobi è una metropoli da quattro milioni di abitanti, più della metà ammassata nelle baracche.

Una montagna di rifiuti su cui brucano centinaia di persone in cerca dello scarto dello scarto, un qualcosa che sia ancora utilizzabile, per rattoppare una parete o costruire un tavolo. Lo slum è un frullatore sensoriale. Il sogno fuori dalle baracche Tra la spazzatura e le case diroccate, accanto agli scoli delle latrine, sorge un mondo esattamente come il nostro. Perché i bisogni, le necessità e le ambizioni sono uguali a quelli che abbiamo noi.

Ed è questo che fa male. Poco più avanti, in un baracchino ambulante, sono in vendita sigarette sfuse, pesci essiccati e legumi.

Una donna, seduta per terra ad allattare un bambino minuscolo, vende un casco di banane a scellini, circa un euro. Poco per noi, molto per loro. Lo stipendio medio si aggira sui 60 dollari il giornale di parete medico su alcolismo mese. E poi i vestiti, perché nel fango e tra i liquami, la dignità ha un suo valore.

E il sogno è fatto anche di icone, simboli che facciano sembrare il traguardo più vicino. La sua faccia spicca sui banchetti e nelle librerie come una speranza di fuga. Aids, alcol e violenza E poi le malattie. Tutte quelle che possono attecchire in un carnaio senza nessuna misura igienica, neppure la più elementare.

Il sistema fognario si riduce a uno scolo a cielo aperto che marcisce ai bordi delle strade. Ma è un lusso. E qui il lusso è un alieno che lampeggia dentro qualche televisore. Per cui ogni angolo, ogni anfratto, si trasforma in una latrina a cielo aperto.

Il 50 per cento del popolo il giornale di parete medico su alcolismo ha meno di 18 anni, incontrare un anziano per la strada è praticamente impossibile. Noi che siamo sani. Bambini abbandonati che il giornale di parete medico su alcolismo nei vicoli degli slum.

La polizia non entra nei ghetti e il il giornale di parete medico su alcolismo sanitario nazionale, di buon livello per un paese del terzo mondo, è a pagamento.

Chi sta male si cura da solo o non si cura il giornale di parete medico su alcolismo basta. Alcolismo, pedofilia e violenza sessuale sono drammi che gli abitanti delle baraccopoli conoscono sin da piccoli. Negli slum, per renderlo più forte, mettono anche degli acidi, delle benzine e in alcuni casi anche gli alcali delle batterie delle auto. Solo nel 48 persone sono morte nella zona di Machakos per aver bevuto una partita di liquore tossico, altre 84 sono state ricoverate.

Storie di incesti, violenza domestica, padri ubriachi e madri picchiate. Ora la risposta c'è: male, grazie. Alice for children. Condividi: Commenti:. Testo messaggio. Info e Login. Il governo perdi e tassa. No al razzismo ma niente censura. Calendario eventi. IVA Elezioni Regionali Umbria. EICMA Elezioni Regionali Emilia Romagna.