Larticolo scientifico su problemi di alcolismo

AGGRESSIVITA' e RABBIA in chi ha problemi di ALCOLISMO E DIPENDENZE PATOLOGICHE.

Come smettere di bere e fumare lipnosi

Pubblicazione a cura di: dott. Gian Paolo Brunetto dott. Davide Filippini dott. Direttore scientifico: dott. Giovanni Serpelloni. Droghe e maturazione del cervello Molti ragazzi e larticolo scientifico su problemi di alcolismo si rivolgono a noi, a volte con scetticismo, chiedendoci quali siano i reali danni delle droghe e dellalcol sul cervello. Pensano che in realt le nostre raccomandazioni a non usare alcun tipo di droghe siano solo allarmismi. Le argomentazioni scientifiche che possiamo produrre per dimostrare quanto le sostanze possono essere dannose per il proprio cervello e quindi per la mente sono moltissime ma spesso di difficile comunicazione e spiegazione per la loro complessit scientifica.

Una informazione su tutte per appare particolarmente comprensibile nella sua drammatica chiarezza: il cervello comincia la sua maturazione acquisendo gli stimoli del mondo Toga AW Thompson PM Mapping brain maturation. Trends Neurosciences larticolo scientifico su problemi di alcolismo a partire dalla nascita, ma larticolo scientifico su problemi di alcolismo tale processo tra i 20 e i 21 anni con importanti varianti individuali.

La figura soprariportata illustra tale evoluzione dove le aree giallo, verde, arancione rappresentano le aree di immaturit cerebrale particolarmente presenti nei primi anni di vita che vanno via via riducendosi col progredire dellet fino a raggiungere la completa maturazione, rappresentate dal colore blu-viola dopo i 20 anni. Come comprensibile, durante tutto questo processo le cellule cerebrali sono particolarmente sensibili e la loro fisiologia e naturale maturazione pu venire facilmente alterata e deviata dai forti stimoli provenienti dallesterno quali per lappunto quelli prodotti dalle droghe e dallalcol.

Va chiarito che tutte le sostanze stupefacenti sono psicoattive e in grado, anche a basse dosi, di interferire con larticolo scientifico su problemi di alcolismo maturazione cerebrale. Mentre le cellule cerebrali maturano e le relazioni tra esse si consolidano, la persona sviluppa sempre di pi la sua personalit e il suo funzionamento mentale. Risulta evidente larticolo scientifico su problemi di alcolismo ai non esperti che, se il cervello di un ragazzo in piena maturazione, viene bombardato con sostanze in grado di stimolare enormemente e intossicare le cellule nervose in evoluzione e quindi particolarmente sensibili non potr avere uno sviluppo fisiologico ma sar deviato dalla sua naturale evoluzione.

I danni quindi, che queste sostanze sono in grado di produre nel cervello dei ragazzi, che la fascia di popolazione che ci preoccupa di pi, scardinano importanti e delicati sistemi neuropsicologici allinterno di un sistema cerebrale in piena maturazione, creando, oltre a documentabili danni fisici, anche il persistere larticolo scientifico su problemi di alcolismo percezioni alterate del proprio essere e del mondo esterno.

Queste percezioni vengono memorizzate dallindividuo creando quindi una distorsione cognitiva che pu permanere per moltissimo tempo se non addirittura per tutta la vita, condizionando il sentire, il pensare, il volere e, in ultima analisi, il proprio comportamento.

Molti ragazzi usano nellet delladolescenza droghe e alcol esponendo se stessi ad una violenza neurologica e psichica di cui ignorano sicuramente la gravit. Spero che quanto qui scritto possa farli riflettere sulla cosa migliore da fare. Pur rappresentando una sostanza giuridicamente legale, lalcol una sostanza psicotropa che pu dare dipendenza, oltre a causare patologie, traumi gravi, incidenti, turbe mentali e del comportamento.

Come tutte le droghe, anche l'alcol ha un potere psicoattivo in grado cio di modificare il funzionamento del cervello. La sua assunzione protratta larticolo scientifico su problemi di alcolismo tempo induce assuefazione per ottenere lo stesso effetto bisogna aumentare larticolo scientifico su problemi di alcolismo dose.

Pu nel tempo instaurarsi un legame specifico che condiziona negativamente lo stile di vita della persona che ne fa uso, mettendone a rischio la salute fisica, psichica, familiare e sociale. Secondo l'OMS in Europa si ha il pi elevato consumo alcolico al mondo. Il consumo per abitante il doppio rispetto alla media mondiale. L'alcol il terzo fattore di rischio per i decessi e per le invalidit in Europa, e il principale fattore di rischio per la salute dei giovani.

Lincidenza delle malattie riconducibili allalcol in Europa doppio rispetto alla media mondiale. Si tratta di una piccola molecola estremamente solubile sia nellacqua che nei lipidi, costituita da due atomi di carbonio. Grazie alle sue dimensioni ridotte, rispetto ad altre molecole, penetra facilmente fra i tessuti entrando nel flusso sanguineo piuttosto rapidamente e, attraverso di esso, in tutto lorganismo.

Letanolo, o alcol etilico, una sostanza liquida che si forma per fermentazione di alcuni zuccheri semplici o per distillazione del mosto fermentato.

L'alcol etilico una sostanza non essenziale, estranea all'organismo e al suo. L'alcol etilico, oltre all'acqua, il principale componente delle bevande alcoliche. Altri principi nutritivi vitamine, sali minerali, proteine, zuccheri sono presenti solo in tracce; per questa ragione le bevande alcoliche larticolo scientifico su problemi di alcolismo possono larticolo scientifico su problemi di alcolismo considerate un alimento. Non una sostanza nutriente o utile, ma provoca danno diretto alle cellule di molti organi, tra cui il fegato e il Sistema Nervoso Centrale.

Pur possedendo un elevato valore calorico 7 Kcal per grammo, inferiore solo ai grassinon utilizzabile dall'organismo per il lavoro muscolare, ma solo per il metabolismo di base, risparmiando l'uso di altri principi nutritivi quali grassi e zuccheri per questo fa ingrassare. Figura 1: delletanolo. Modello molecolare. Le bevande alcoliche Le bevande alcoliche si distinguono in due categorie: bevande fermentate e bevande distillate. Le bevande fermentate sono prodotte dalla trasformazione in alcol degli zuccheri contenuti nelluva, in altri frutti o neo cereali.

Solitamente le bevande fermentate non possono avere un grado alcolico superiore a 16, poich oltre tale gradazione lalcol blocca lazione dei lieviti responsabili del processo di fermentazione. Le principali bevande fermentate sono: - il vino, ottenuto dalla fermentazione delluva o del succo mosto duva gradazione dai 9 ai 15 ; - la birra, ottenuta dalla fermentazione del mosto di luppolo, malto, orzo 3. Le bevande distillate sono ottenute attraverso il processo di distillazione che consiste nel portare ad ebollizione una bevanda alcolica facendone successivamente raffreddare e condensare i vapori lalcol evapora ad una temperatura pi bassa dellacquain modo da aumentare la concentrazione dellalcol.

Con questo processo di evaporazione si tende a separare lacqua, che rimane allo stato liquido, dallalcol, che diventa gassoso. Lalcol viene incanalato in tubi speciali, dove viene raffreddato e quindi si condensa. Si ottiene cos un liquido con una percentuale dalcol molto maggiore rispetto alla bevanda di partenza.

Le bevande distillate si distinguono in: - aperitivi e superalcolici, ottenuti dalla distillazione di bevande ad esempio il brandy dal vino, il calvados dal sidro o di altri prodotti che hanno comunque gi subito un processo di fermentazione dalle vinacce la grappa, dai cereali il gin, il whisky e la vodka, dalla melassa il rum ; hanno unalta gradazione alcolica dai 40 ai Per i giovani la famiglia rappresenta lambiente di socializzazione primaria, l'individuo si forma facendo riferimento alle figure parentali presenti secondo forme di comunicazione che sono determinanti per il processo di crescita.

I problemi alcolcorrelati incidono negativamente sulle modalit relazionali e sulla comunicazione, rendendola difficile o interrompendola totalmente. L'abitudine al consumo di bevande alcoliche da parte dei genitori influenza il comportamento dei figli.

Tuttavia, opportuno ricordare che il nesso tra le relazioni famigliari deteriorate e i comportamenti alcolcorrelati non determinato, piuttosto rappresenta un fattore di rischio. Luso di alcol si associa anche a gravi episodi di incidenti domestici e violenze, spesso a danno dei componenti pi deboli del nucleo familiare. I giovani e l'alcol Il 21 febbraiodurante la conferenza ministeriale europea dellOrganizzazione Mondiale della Sanit OMS su Giovani e Alcol, stata adottata una Dichiarazione ufficiale con lo scopo di proteggere i bambini e i giovani dal consumo di alcol e di ridurre il danno.

Alcol e societ Le conseguenze che derivano dal consumo di alcol hanno ampie ripercussioni sociali sia rispetto al nucleo familiare vicino al consumatore, sia rispetto alla societ. I problemi larticolo scientifico su problemi di alcolismo alla famiglia e allambiente lavorativo, gli incidenti stradali, la violenza domestica, rappresentano solo alcuni esempi.

Questi eventi hanno risvolti di tipo economico, riducono la produttivit, richiedono un investimento di risorse da parte di numerose strutture pubbliche, ad esempio il sistema sanitario e quello giudiziario. Questo paragrafo propone alcune riflessioni su alcune tematiche specifiche. La famiglia e l'alcol La sofferenza derivante dai problemi legati all'alcol comporta un'alterazione 4. La Dichiarazione riafferma i cinque principi etici della Carta Europea sullAlcol e, in linea con il Piano dAzione Europeo sullAlcolafferma la necessit di garantire condizioni favorevoli per i giovani nelle case, nelle larticolo scientifico su problemi di alcolismo educative, al lavoro e nella comunit in generale, al fine di proteggerli dalle pressioni al consumo alle quali sono sempre pi soggetti e per ridurre limpatto e la gravit dei danni larticolo scientifico su problemi di alcolismo.

Infatti, se lalcol una sostanza dannosa in generale, lo ancora di pi per i giovani fino all'et indicativa di 20 anni, perch il corpo umano non possiede ancora gli enzimi destinati alla metabolizzazione dell'alcol. Le bevande alcoliche risultano quindi molto pi nocive per un giovane rispetto ad un adulto, perch l'etanolo non pu essere scomposto in sostanze pi tollerabili.

Let media di primo inizio 12 anni e mezzo, la prima ubriacatura avviene attorno ai 14 anni. Negli ultimi anni si assistito ad una rapida e preoccupante crescita del fenomeno del binge drinking ossia bere, allo scopo di ubriacarsi, 6 o pi bevande alcoliche in ununica occasione. Dopo i 25 anni il fenomeno ha un andamento gradualmente discendete con let, permanendo forti differenze di genere Istat, La donna e l'alcol La dipendenza alcolica femminile un fenomeno poco noto ma purtroppo molto diffuso e in aumento.

Se in Italia negli ultimi dieci anni la diffusione dei consumi di bevande alcoliche mostra un trend sostanzialmente stabile, si osservano invece incrementi significativi tra le donne. Tali differenze nei larticolo scientifico su problemi di alcolismo sono pi evidenti nella fascia det anni, mentre al crescere del titolo di studio le differenze di genere tendono a ridursi. Le donne sembrano pi esposte a sviluppare una dipendenza alcolica intorno ai 30 e ai 50 anni, in coincidenza rispettivamente con il pieno dell'attivit procreativa e con la menopausa, a differenza invece degli uomini che sembrano correre tale rischio in misura 5.

I danni alcol-correlati larticolo scientifico su problemi di alcolismo pi larticolo scientifico su problemi di alcolismo nelle donne che negli uomini. I motivi di questa vulnerabilit sono legati alla fisiologia femminile che differisce da quella maschile larticolo scientifico su problemi di alcolismo struttura fisica, corredo enzimatico ed ormonale. Assumendo quantit medesime di alcol in uguali condizioni, la concentrazione di alcol nel sangue BAC Blood Alcohol Concentration pi elevata nelle donne che negli uomini.

Uno dei motivi riconducibile alla diversa struttura corporea, infatti, il corpo femminile ha una minore quantit di liquidi corporei rispetto all'uomo. Dal momento che letanolo si diffonde nei liquidi, il volume di distribuzione dellalcol nel corpo femminile minore ottenendo come effetto un livello alcolemico maggiore. Ci significa che una donna raggiunge lintossicazione acuta, ossia lubriacatura, assumendo quantit ridotte di alcol. Inoltre le donne hanno una capacit di metabolizzare l'alcol decisamente inferiore rispetto a quella delluomo, in quanto carenti di un enzima epatico a ci deputato alcol deidrogenasi ADH.

Alcuni studi indicano il sistema ormonale femminile come responsabile della risposta fisiologica allalcol. Inoltre sono in corso approfondimenti per confermare lipotesi che il consumo abituale di alcol sia associato ad un maggiore rischio di tumore al seno. Certo invece leffetto nocivo delluso di alcol sulla salute del bambino durante la gravidanza. Lalcol, infatti, giunge al feto attraverso la placenta provocando deficit della crescita, deficit neurologici e psicosociali Sindrome fetale alcolica FAS.

Si stima che ogni anno in Italia circa bambini nascano con sindrome fetale alcolica FAS. In conclusione la donna risulta maggiormente esposta, quindi pi vulnerabile, alle conseguenze avverse dellalcol. Alcol e Lavoro Luso di alcol pu avere pesanti ripercussioni sul luogo di lavoro, larticolo scientifico su problemi di alcolismo episodi di assenteismo ed infortuni anche gravi.

Numerosi studi dimostrano che i lavoratori con problemi di alcol si assentano in misura maggiore dal luogo di lavoro rispetto agli altri lavoratori. Nel si stimato che gli agricoltori con uso problematico di alcol hanno un rischio maggiore di infortunio rispetto ai coltivatori che consumano alcol moderatamente 3,35 vs 1, In Unione europea, la perdita di produttivit dovuta allassenteismo e alla disoccupazione alcolcorrelati sono stati stimati rispettivamente da 9 19 miliardi e da 6 23 miliardi di euro.

In Italia il Piano Sanitario Nazionale ha definito la prevenzione delluso alcolico quale specifica tematica da inserire nei programmi di prevenzione e salute. Si evidenziato come lassunzione di alcolici rende i lavoratori pi inclini a comportamenti ad alto rischio, per se stessi e per gli altri e rende inadeguate le condizioni psicofisiche rispetto a quanto richiesto, sotto il profilo della sicurezza, dallattivit lavorativa svolta.

Ci significa che larticolo scientifico su problemi di alcolismo In particolari contesti lavorativi, linterazione tra luso di alcol ed altre sostanze con cui il lavoratore entra in contatto, aumentano il rischio di malattie professionali. Il consumo di bevande alcoliche, ad esempio, determina il potenziamento degli effetti allesposizione professionale ad agenti chimici solventi e neurotossici piomboa danno del fegato e del sistema nervoso centrale.

Alcoldipendenza e promozione salute negli ambienti di lavoro. Si propone perci un approccio preventivo per combattere il fenomeno della dipendenza nei luoghi di lavoro. Si tratta di una scelta che lAzienda fa consapevolmente e volontariamente per ottenere risultati duraturi e misurabili nel tempo, qualora ritenga di dover affrontare questo problema perch presente tra i propri dipendenti. La proposta di progetti aziendali di Promozione della Salute si colloca allinterno di un ampio quadro di valutazioni che riguardano: la valutazione, nellambito dei rischi aziendali, della possibilit di avere lavoratori affetti da larticolo scientifico su problemi di alcolismo da sostanze; la collocazione dei lavoratori, affetti da questo tipo di problematiche, in ambiti lavorativi compatibili con lo stato di salute, sotto supervisione del medico competente oppure in collaborazione con lo SISAL Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro ; lattivazione di un Progetto di Promozione della Salute atto ad affrontare il problema e finalizzato alla tutela, prevenzione e miglioramento della salute di tutta la popolazione aziendale.

Lazienda pu inserire lintervento sulla dipendenza da sostanze in un ambito pi ampio, favorendo il cambiamento o labbandono di comportamenti dannosi e ladozione di stili di vita sani; una strategia efficace prevede il coinvolgimento dei soggetti aziendali incaricati della prevenzione il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione RSPPil Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLSil medico competentei Servizi competenti della U.

Il consumo di alcol ha quindi ripercussioni significative sia sul fenomeno infortunistico nel nostro paese sia sullaumento dellassenteismo dal lavoro per malattia, con conseguente disagio organizzativo nellambito aziendale e con pesanti oneri sulla produttivit e di riflesso sulla collettivit. La legge quadro in materia di alcol e di problemi alcolcorrelati del 30 marzo n, si occupa dei lavoratori affetti da tali patologie. In particolare, larticolo 15 afferma il diritto del lavoratore ammalato ad accedere a programmi terapeutici e riabilitativi, senza incorrere nella perdita del lavoro.

Numerose aziende hanno optato per scelte a favore della promozione della salute, attivando progetti volti a tutelare e, se possibile, migliorare la salute dei. Alcuni dati epidemiologici "L'alcol costituisce il terzo pi importante fattore di rischio per la salute, dopo il tabacco e l'ipertensione; oltre ad essere una sostanza psicotropa che pu dare dipendenza, e' causa di molte patologie, oltre a traumi gravi, incidenti, turbe mentali e del comportamento" Relazione al Parlamento,