Se cè un gene di alcolismo

Dipendenza da alcol: l’esperienza di un utente in riabilitazione nella comunità di recupero di Cozzo

Il questionario per scolari su prevenzione di fumo di tabacco e alcolismo

Tachipirina fa parte della categoria farmacoterapeutica degli altri analgesici ed antipiretici. Come antipiretico : trattamento sintomatico di affezioni febbrili quali l' influenzale malattie esantematichele affezioni acute del tratto respiratorio, ecc. Come analgesico : cefalee, nevralgiemialgie ed altre manifestazioni dolorose di media entità, di varia origine.

Ipersensibilità al paracetamolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Se cè un gene di alcolismo affetti da grave anemia emolitica: tale controindicazione non si riferisce alle compresse e al granulato effervescente nel dosaggio da mg. Grave insufficienza epatocellulare: tale controindicazione non si riferisce alle compresse e al granulato effervescente nel dosaggio da mg. In caso di uso protratto è consigliabile monitorare la funzione epatica e renale e la crasi ematica.

Usare con cautela in caso di alcolismo cronico, eccessiva assunzione di alcool 3 o più bevande alcoliche al giornoanoressia, bulimia o cachessiamalnutrizione cronica basse riserve di glutatione epaticodisidratazione, ipovolemia.

Informare il medico o il farmacista se si è recentemente assunto se cè un gene di alcolismo altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica.

L'assorbimento per via orale del paracetamolo dipende dalla velocità dello svuotamento gastrico. Pertanto, la somministrazione concomitante di farmaci che rallentano ad es. La somministrazione concomitante di colestiramina riduce l'assorbimento del paracetamolo. In questi casi deve essere condotto un monitoraggio più frequente dei valori di INR durante se cè un gene di alcolismo concomitante e dopo la sua interruzione.

Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto per esempio rifampicinacimetidinaantiepilettici quali glutetimmide, fenobarbitalcarbamazepina Lo stesso vale nei casi di etilismo e nei pazienti trattati con zidovudina.

In caso di reazioni allergiche si deve sospendere la somministrazione e contattare il medico. Durante il trattamento con paracetamolo prima di assumere qualsiasi altro farmaco controllare che non contenga lo stesso principio attivopoiché se il paracetamolo è assunto in dosi elevate si possono verificare gravi reazioni avverse. Inoltre prima di associare qualsiasi altro farmaco contattare il medico. Vedere anche Interazioni. Chiedere consiglio al medico o al se cè un gene di alcolismo prima di prendere qualsiasi medicinale.

L'esperienza clinica con l'uso di paracetamolo durante la gravidanza e l'allattamento è limitata. I dati epidemiologici sull'uso di dosi terapeutiche di paracetamolo orale indicano che non si verificano effetti indesiderati nelle donne in gravidanza o sulla salute del feto o nei neonati. Studi riproduttivi con paracetamolo non hanno evidenziato alcuna malformazione o effetti fetotossici.

Il paracetamolo è escreto in piccole quantità nel latte materno. È stato riporto rash nei bambini allattati al seno. Tuttavia, la somministrazione di paracetamolo è considerata compatibile con l' allattamento al seno.

Deve, comunque, essere usata cautela nel somministrare il paracetamolo alle donne che allattano. Per i bambini è indispensabile rispettare la posologia definita in funzione del loro peso corporeoe quindi scegliere la formulazione adatta. Le età approssimate in funzione del peso corporeo sono indicate a titolo d'informazione.

Al di sotto dei 3 mesi, in caso di itteroè opportuno ridurre la dose singola per via orale. Negli adulti, la posologia massima per via orale è di mg di paracetamolo al giorno se cè un gene di alcolismo Sovradosaggio. Lo schema posologico di Tachipirina in rapporto al peso corporeo ed alla se cè un gene di alcolismo di somministrazione è il seguente:.

In caso di insufficienza renale grave clearance della creatinina inferi l'intervallo tra le somministrazioni deve essere di almeno 8 ore. Esiste il rischio di intossicazione, specialmente nei pazienti con malattie epatichein caso di alcolismo cronico, nei pazienti affetti da malnutrizione cronica, e nei pazienti che ricevano induttori enzimatici.

In caso di assunzione accidentale di dosi molto elevate di paracetamolo, l'intossicazione acuta si manifesta con anoressia, nausea e vomito seguiti da profondo decadimento delle condizioni generali; tali sintomi compaiono in genere entro le prime 24 ore. Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati del paracetamolo. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati. Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava, o se si nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informare il medico o il farmacista. Scadenza: vedere la data di scadenza indicata sulla confezione. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato. I medicinali non devono essere gettati nell'acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chiedere al farmacista come eliminare i medicinali che non si utilizzano più.

Questo aiuterà a proteggere l'ambiente. Contenuto pubblicato a Gennaio Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate. Disclaimer e informazioni utili. Compressa bianca divisibile, rotonda, biconvessa, con linea di frattura centrale su un lato. Al di sotto dei tre mesi, in caso di itteroè opportuno ridurre la dose singola per via orale.

Negli adulti la posologia massima per via orale è di mg e per via rettale è di mg di paracetamolo al giorno vedere par.

Nel caso di forti dolori o febbre alta2 compresse da mg da ripetere se necessario dopo non meno di 4 ore. Nel caso di forti dolori o febbre alta, 2 bustine da mg da ripetere se necessario dopo non meno di 4 ore. Alla confezione è annesso un bicchierino-dosatore con indicate tacche di livello corrispondenti alle capacità di 5 ml, 7,5 ml, 10 ml, 15 ml e 20 ml.

Alla confezione è annessa una siringa dosatrice con indicate tacche di livello corrispondenti alle capacità di 2,5 ml e 5 ml e un bicchierino-dosatore con indicate tacche di livello corrispondenti alle capacità di 5 ml, 7,5 ml, 10 ml, 15 ml e 20 ml. La confezione in sciroppo contiene un regolo posologico per facilitare il calcolo se cè un gene di alcolismo dose del prodotto in funzione del peso corporeo.

Nei rari casi di reazioni allergichela somministrazione deve essere sospesa e deve essere istituito un idoneo trattamento. Usare con cautela in caso di alcolismo cronico, eccessiva assunzione di alcool 3 o più bevande alcoliche al giornoanoressia, bulimia o cachessiamalnutrizione cronica basse riserve di glutatione epatico disidratazione, ipovolemia.

Durante il trattamento con paracetamolo prima di assumere qualsiasi altro farmaco controllare che non contenga lo stesso principio attivo, poiché se il paracetamolo è assunto in dosi elevate si possono verificare gravi reazioni avverse. Invitare il paziente a contattare il medico prima di associare qualsiasi altro farmaco. Vedere anche il par.

Usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto per esempio rifampicinacimetidinaantiepilettici quali glutetimmide, fenobarbitalcarbamazepina. Lo stesso vale nei casi di etilismo e nei pazienti trattati con zidovudina.

Nonostante studi clinici in pazienti gravide o in allattamento non abbiano evidenziato particolari controindicazioni all'uso del paracetamolo né provocato effetti indesiderati a carico della madre o del bambino, si consiglia di somministrare il prodotto solo in casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati del paracetamolo organizzati secondo la classificazione sistemica e organica MedDRA. Simultaneamente vengono osservati un incremento dei livelli di transaminasi epatiche, lattico-deidrogenasi, e bilirubinemia, ed una riduzione dei livelli di protrombina se cè un gene di alcolismo, che possono manifestarsi nelle ore successive se cè un gene di alcolismo.

Categoria farmacoterapeutica: analgesici ed antipireticianilidi. L'effetto analgesico se cè un gene di alcolismo paracetamolo è riconducibile ad un'azione diretta a livello del Sistema Nervoso Centraleprobabilmente mediata dal sistema oppioide e serotoninergico, oltre che da una azione di inibizione della sintesi delle prostaglandine a livello centrale. Inoltre, il paracetamolo possiede una spiccata attività antipiretica. L'assorbimento del paracetamolo per via orale è completo e rapido.

Le massime concentrazioni nel plasma sono raggiunte tra 30 e 60 minuti dopo l'ingestione. Il paracetamolo si distribuisce uniformemente in tutti i tessuti. Le concentrazioni nel sangue, nella saliva e nel plasma sono paragonabili. Il legame con le proteine plasmatiche è debole. Il paracetamolo è metabolizzato principalmente nel fegato. Due le vie metaboliche principali: coniugazione con acido glucuronico e solfo-coniugazione.

Quest'ultima via è saturabile rapidamente a dosi superiori alle dosi terapeutiche. Una via minore, catalizzata dal citocromo P in particolare CYP2E1conduce alla formazione di un intermedio reattivo, l'N-acetil-p-benzochinoneimina, che, in normali condizioni d'impiego, è rapidamente detossificata dal glutatione ed eliminata nelle urine dopo coniugazione con la cisteina e l'acido mercapturico.

Al contrario, durante le intossicazioni gravi, se cè un gene di alcolismo quantità di questo metabolita tossico è aumentata. Essa è essenzialmente urinaria. L'emivita di eliminazione è di circa 2 ore. Gli studi di tossicità acuta e cronica non hanno evidenziato effetti negativi. Compresse, granulato se cè un gene di alcolismo, sciroppo e sciroppo senza zuccherogocce orali, soluzione : nessuna speciale precauzione per la conservazione.

Astuccio da 10 compresse divisibili: 1 blister se cè un gene di alcolismo in polivinil cloruro PVC termosaldato con un foglio di alluminio rivestito con un film termosaldante per polivinil cloruro PVC contenente 10 compresse da mg. Astuccio da 20 compresse divisibili: 2 blister bianchi in polivinil cloruro PVC termosaldato con un foglio di alluminio rivestito con un film termosaldante per polivinil cloruro PVC contenenti ciascuno 10 compresse da mg.

Astuccio da 30 compresse divisibili: 3 blister bianchi in polivinil cloruro PVC termosaldato con un foglio di alluminio rivestito con un film termosaldante per polivinil cloruro PVC contenenti ciascuno 10 compresse da mg. Astuccio contenente un flacone in vetro ambrato chiuso da una capsula in polipropilene con sottotappo in polietilene PE contenente ml di sciroppo.

Alla confezione è annesso un bicchierino-dose in polipropilene con indicate tacche di livello corrispondenti alle capacità di 5 ml, 7,5 ml, 10 ml, 15 ml e 20 ml. Astuccio contenente un flacone di vetro ambrato chiuso da una capsula in polipropilene con sottotappo in polietilene, contenente ml di sciroppo. Alla confezione è annesso un bicchierino-dose in polipropilene con indicate tacche di livello corrispondenti alle capacità di 5 ml, 7,5 ml, 10 ml, 15 ml e 20 ml se cè un gene di alcolismo una siringa dosatrice in polietilene con indicate tacche di livello corrispondenti alle capacità di 2,5 ml e 5 ml.

Astuccio contenente un flacone in vetro ambrato se cè un gene di alcolismo da una capsula in polipropilene provvista di contagocce in vetro trasparente e pompetta in gomma contenente 30 ml di soluzione. Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.

Efferalgan: Per quali malattie si usa? A cosa Serve? Come si utilizza e quando non dev'essere usato? Avvertenze ed Effetti Collaterali. Foglietto illustrativo e Riassunto delle caratteristiche. Tachipirina orosolubile: Per quali malattie si usa? Un'introduzione al paracetamolo, principio attivo della Tachipirina, con le risposte a tutte le domande più frequenti su dosaggio, usi, gravidanza, Seguici su.

Ultima modifica