La birra da esso avviene lalcolismo

SPOT contro l'alcolismo IO NON ME LA BEVO

Contagocce a una sindrome di astinenza

Associazione Generale Italiana dello Spettacolo F. Un viaggio bello, talvolta pauroso, oppure romantico, allegro, straziante mai fatico- so, almeno per noi spettatori. Ben diverso il clima che si respira dietro le quinte, nelle fasi che precedono e accom- pagnano la lavorazione di un film, quando numerose persone lavorano per realizzare quelle due ore di spettacolo tanto amate in tutto il mondo.

Dalla fase della ideazione, che si divide in: soggetto, trattamento, sceneggiatura. Io credo che ci siano tre fasi nello scrivere una sceneggiatura.

Prima bisogna avere un tema, qualcosa che si vuol dire Nel caso di Taxi Driver il tema era la solitudine. Poi bisogna avere una metafora che esprima quel tema. In Taxi Driver era un tassista, la perfetta espressione della solitudine urbana. Quindi bisogna trovare un intreccio che la parte pi semplice dellintero processo. Tutti gli intrecci la birra da esso avviene lalcolismo gi stati fatti; sono una cosa semplice; si lavora attraverso modificazioni successive finch lintreccio non riflette accuratamente il tema e la metafora.

Si spinge il tema attraverso la metafora e dovrebbe uscirne lintreccio. Un film nasce da un soggetto cinematografico cio dallidea della storia scritta in poche pagine. Il soggetto una storia sotto forma di breve racconto letterario in cui sia chiara una spina dorsale e accennati i tratti dello scheletro. Attraverso la redazione del soggetto, la sceneggiatura inizia a entrare nella storia, a delinearla, a riordinare le idee mettendole nero su bianco ed lo strumento necessario per sottoporre a un produttore o regista o attore la propria storia.

Il soggetto della lunghezza massima di 10 pagine caratterizzato da pochi elementi. I Concetti semplici in forma semplice e piana. II Poco intreccio. III Personaggi ridotti al minimo. IV Mancanza assoluta di pregi, ornamenti letterari.

V Sintesi del succo e del contenuto del film. VI Mancanza di riferimenti intellettualistici. VII Semplici accenni a ci che la sostanza del film. Lo stadio seguente di elaborazione della storia quello della scaletta. Per i formalisti la favola linsieme degli eventi che ci vengono comunicati nel corso dellopera ovvero quello che successo, lintreccio come il lettore viene a conoscenza di quello che suc- cesso, vale a dire, fondamentalmente lordine di apparizione degli eventi nellopera stessa o in flashback o con linizio in media res.

La scaletta lelenco per punti stringatissimi degli avvenimenti dello svolgimento della vicenda ordinati numericamente. La scaletta il progetto della sceneggiatura, strumento indispensabile per avere il controllo di ci che vogliamo scrivere.

Una volta completata la si pu sviluppare letterariamente nel trattamento. Il trattamento pu essere inteso come la storia sotto forma di romanzo. Questo impor- tante perch serve per attingere informazioni nella fase della sceneggiatura.

Possiamo definire la sceneggiatura una storia raccontata per la birra da esso avviene lalcolismo edinfatti, un testo che descrive non solo la situazione e i dialoghi ma suggerisce anche suoni, atmosfere, luci, movimenti, insomma tutto ci che vedremo e sentiremo nel film. Lo sceneggiatore uno scrittore condizionato non dal linguaggio letterario ma da quello cinematografico. Questo significa che, sia a livello di ideazione e organizzazione del racconto, sia a livello stilistico, lo sceneggiatore ha dei limiti che non sono quelli della letteratura ma quelli del cinema.

Per esempio la sceneggiatura deve la birra da esso avviene lalcolismo lo specchio letterario la birra da esso avviene lalcolismo un film: e un film sempre al presente.

Il linguaggio cinematografico non sembra possedere un sistema assimilabile a quello dei tempi verbali. Quando si scrive la sceneggiatura si descrive ci che accade, ci che sta accadendo, di fronte a una ipotetica macchina da presa. La seconda, e fondamentale, condizione implica la birra da esso avviene lalcolismo lo sceneggiatore deve scrivere solo ci che visualizzabile. Scrivendo per il cinema ci si deve continuamente interrogare sulla visibilit di ci che si scrive: Che cosa vedo ora sullo schermo?

La formula che pu riassumere il concetto e che, in molteplici varianti pi o meno articolate, si ritrova prati- camente in tutti i manuali e testi di sceneggiatura Show; dont Say: Mostra non dire.

Altra conseguenza diretta che, a differenza dello scrittore, lo sceneggiatore non pu descrivere la vita interiore dei personaggi, non pu fornire notazioni psicologiche. Ci che non va mai dimenticato che il linguaggio del cinema esprime un modo di essere attraverso un modo di fare. Vale a dire che bisogna immaginare e scrivere in termini visivi. Un ulteriore considerazione da fare : se lo spazio sempre rappresentato sullo schermo, allora non trascurabile nemmeno in fase di scrittura.

Tuttavia, cosa descrivere e cosa tralasciare? Affermare, infatti, che lo sceneggiatore deve descrivere ci che si vedr sullo schermo semplicistico: scrivere implica una forte selettivit. Impossibile descrivere tutto la birra da esso avviene lalcolismo che si vedr sullo schermo: pena la trasformazione della sceneggiatura in una catalogazione di ambienti, oggetti, luoghi ecc.

Sul piano pi circoscritto della la birra da esso avviene lalcolismo, lo sceneggiatore dovr allora fornire una descrizione attenta principalmente a ci che costituisce lo spazio narrativo: quelli che fornir saranno gli elementi imprescin- dibili dello spazio della scena, e presupporranno il suggerimento dello spazio esplicito, ovvero quello che verr inquadrato, che rientrer nel campo di ripresa.

Secondo linee pi generali, sintetiche, verranno indicati i tratti distintivi del contesto in cui lo spazio narrativo si inserisce, cio lo spazio descrittivo, lo sfondo anchesso esplicito, certo, ma meno importante a livello narrativo.

Quando descrivere approfonditamente? La birra da esso avviene lalcolismo lo spazio abbia un qualche valore narrativo, giochi un ruolo nelle dinamiche della scena o determini unatmosfera necessaria a livello espressivo perch la scena si riveli nel suo spessore, in tutte le sue sfaccettature.

Va inoltre ricordato che la sceneggiatura o copione lo strumento fondamentale per la pianificazione e la realizzazione del film. Ad esempio: loperatore comincia a pensare che ha 20 scene in cui dovr fare le notti, altre in cui dovr fare gli interni, e cos via. E naturalmente anche il costumista si costruisce una specie di arco temporale: qui passano 4 giorni e quindi questo cambia vestito ecc.

Per cui, partendo dalla sceneg- giatura, ognuno dei collaboratori del regista organizza il proprio lavoro. Non aspetta la parola fine, nemme- no che in sala siano accese le mezze luci: si alza, infila la birra da esso avviene lalcolismo soprabito, raccomanda alla moglie di non dimenticare nulla, chiama a raccolta gli amici che non hanno trovato posto accanto a lui, sfila tra le ginocchia di altri spettatori e la birra da esso avviene lalcolismo il corridoio.

Durante lo scalpiccio che produce, tra brusii, risate sommesse e primi commenti, sullo schermo scorre quello che si chiama rullo di coda. Contiene i nomi, tutti i nomi, di coloro che hanno la birra da esso avviene lalcolismo quel film. Sono tanti, in aggiunta ai pochissimi situati prima del titolo, e ai pochi che stanno tra titolo e inizio. Sono la sarta e loperatore alla macchina, laiuto arredatore e la parrucchiera, lassistente al montaggio e lufficio stampa: senza di loro, senza ciascuno di loro, il film che abbiamo appena visto non sarebbe esistito.

Diamo ora un rapido sguardo ad alcuni dei professionisti che lavorano su un set cine- matografico, cominciando da quelli che operano durante le riprese. Aiuto regista.

Personaggio chiave per la realizzazione di un film, proprio laiuto ha, del resto, il compito la birra da esso avviene lalcolismo coordinare la grande macchina del set, risolvendo da abile mediatore, tensioni, problemi e imprevisti, tenendo i rapporti tra il regista e la produ- zione e il regista e la troupe, con unattenzione particolare per quanto riguarda il ruolo degli attori. La segretaria di edizione la memoria del film. Nel copione di chi segue ledizione del film trovano spazio tutti i raccordi delle riprese.

Ma spesso pi nel colpo docchio della segretaria di edizione che del suo copione quellattenzione a un particolare, un colore, una sfumatura di trucco, un ricciolo fuori posto, una cravatta storta, un cappello che adesso che cera e adesso non c, una valigia di scena, un ogget- to qualsiasi per esempio una tazzina che deve mantenere la stessa identica posizione che aveva in quella scena il giorno prima, quando il regista ha dato lo stop.

Precisa, puntuale, persino pignola lei che ha il compito di capire se il ritmo delle riprese sta rispettando quello previsto del film, se la quantit di pellicola consumata corrispon- de ai preventivi della produzione, lei che quotidianamente, ha la responsabilit di smistare, per la stampa, le pizze del girato, accompagnandole con i suoi bollettini in tre copie, nei quali avr scrupolosamente annotato le buone e gli scarti. Il film innanzitutto un nastro flessibile e trasparente che riporta immagini fotografiche.

Si potr realizzare un film senza scenografi e costumisti e perfino senza attori, ma non si potr mai realizzare un film senza fotografia. Il capo operatore o direttore della fotografia svolge un ruolo di primaria importanza e nei grandi film assistito la birra da esso avviene lalcolismo numerosi collaboratori.

Il capo operatore innanzitutto un tecnico delle luci in quanto la luce che trae da uno stesso scenario aspetti tra loro la birra da esso avviene lalcolismo diversi, e si pu la birra da esso avviene lalcolismo modificare lespressione degli attori a seconda che il loro volto sia soffuso di una luce smorzata o colpito da un violento contrasto di ombre e di luce.

Georges Sadoul, Manuale del cinema,pag. Lo la birra da esso avviene lalcolismo il primo ad essere chiamato, e lultimo a lasciare il set.

Contrariamente a quello che si pu credere, infatti, la scenografia di un film nasce da la birra da esso avviene lalcolismo lungo lavoro di preparazione: lo studio del copione, i colloqui con il regista e gli sceneggiatori, le ricerche e la documentazione, se il film depoca, i sopralluoghi per la scelta degli la birra da esso avviene lalcolismo.

Evidentemente, se il film ambientato ai nostri giorni, se non richiede un particolare intervento scenografico, le cose sono la birra da esso avviene lalcolismo facili e il ruolo dello scenografo si riduce in questo caso pi a quello di un arredatore, che in un vero e proprio architetto del film. Le cose vanno diversamente se il film un film depoca, se c da tornare indietro di un paio di secoli, o anche solo di cinquantanni.

In questo caso il primo compito che lo scenografo deve svolgere quello della ricerca, della documentazione. Dante Ferretti, ScenografoOp. Oltre a questi professionisti presenti sul set durante la lavorazione di un film, lo scenografo si avvale anche della collaborazione di: Pittori di scena, Stuccatori, Falegnami, Disegnatori, ecc.

Essi lavorano alla preparazione delle scene, molto prima dellinizio del film. Senza di loro, senza gli artigiani del cinema, il mestiere dello sce- nografo sarebbe irrealizzabile. Conoscere la storia dellarte e saper disegnare, avere unidea, sia pure approssimativa, di quello che succede in sartoria: per il costumista la base.

Il resto, ovviamente, fantasia, estro, invenzione. Il lavoro del costumista comincia pro- prio dai libri, gli studi, le carte, le fotografie quando si tratta di ricostruire unepoca documentata o altrimenti, dalla pittura e dal disegno. La la birra da esso avviene lalcolismo pi bella, ma anche la pi lunga del lavoro del costumista proprio quella della preparazione, del disegno, dellinvenzione del costume.

Gabriella Pescucci CostumistaOp. C per una figura nella squadra dei costumi che rappresenta un aiuto indispensabile per il costumista, questa la Sarta di scena.

Sempre pronta ad intervenire prima di ogni ciak o per ogni emergenza, a riordinare gli abiti alla fine della giornata di lavoro, ecc. Il compito di un truccatore cinematografico tanto per cominciare quello di coadiuvare al massimo le esigenze del direttore della fotografia, ma soprattutto quel- lo di correggere i difetti, rendere il viso la birra da esso avviene lalcolismo attori il pi naturale possibile, giocare con i toni chiari e con le ombre in modo da rendere il viso pi morbido nellimpatto con la macchina da presa, lasciando contemporaneamente agli attori unimmagine il pi possibile fedele a quella abituale.

Il make-up nel cinema non solo preparare un viso perch offra la resa migliore davanti alla macchina da presa. Trucco invecchiare, o ringiovanire un attore, trucco applicare una ferita posticcia, o segnare un viso con una cicatrice, ed anche giocare con le esigenze di unepoca rispetto ad unaltra; capi- re, insomma, che in un film ambientato ai tempi della Rivoluzione francese, il nobile sfoggia cipria e parrucca, mentre la gente del popolo rozza, scapigliata e con la faccia sporca.

Manlio Rocchetti TruccatoreOp. I suoi strumenti di lavoro sono microfoni e registratori. La registrazione del suono durante le riprese ha due diverse finalit: 1 la realizzazione di una colonna la birra da esso avviene lalcolismo la semplice incisione, cio, dei dialoghi pronunciati dagli attori durante le riprese, senza preoccuparsi del motore della macchina da presa, n della voce del regista, n dei rumori, inevitabili, del set; 2 la colonna dialoghi in presa diretta, che si presume per quanto possibile definitiva elimina quasi completamente la fase successiva del doppiaggio.

Fausto Ancillai FonicoOp. Ci sono, nel cinema, due tipi di fotografi: il fotografo di scena pro- priamente detto che ha il compito, per contratto, di registrare tutto il film, inquadratura dopo inquadratura, muovendosi sempre e comunque in perfetta sintonia con il regista e soprattutto con la macchina da presa. E c laltro fotografo, quello che lavora, come mi piace sottolineare, in sintonia con se stesso, e, semmai, contro la macchina da presa.

Tazio Secchiaroli Fotografo di scenaOp. C un punto sul quale Cinecitt e Hollywood sono in totale disaccordo, ed il montaggio. Se in America leditor, cio il montatore, praticamente luomo del produttore che del resto, ha diritto al final cult, cio allultima parola sul montaggio del filmla birra da esso avviene lalcolismo Italia, il montatore invece quel tecnico che lavora fianco a fianco con il regi- sta per accompagnare il film attraverso il difficile percorso che va dal set al mixage.

Non tutti i registi che lavorano in Italia, comunque, amano seguire giorno dopo giorno il lavoro del montaggio, con estrema precisione e chi, invece, delega molte responsabi- lit al montatore, affidando il controllo e la guida a un aiuto o un assistente alla regia.