Alana Carrhae per bere

Carrhae 53 BC - Roman–Parthian War DOCUMENTARY

La codificazione da sanguisughe di alcolismo

Forme della diplomazia nella Grecia antica 13 Girolamo Visconti, Alana Carrhae per bere riscatto del corpo di Ettore nella ceramografia attica 35 Giovanna Bruno Sunseri, La simbologia del potere nella comunicazione diplomatica: i doni di Cambise al re degli Etiopi macrobioi 60 Giulia Marotta, Trattati di pace e adikia nella prima fase del conflitto peloponnesiaco a.

Guerra e diplomazia nella Sicilia di fine V secolo a. III Ersilia, le Sabine e le risorse della diplomazia femminile Gianna Petrone, Si dixero mendacium Pl. L ascesa: l oplita come eroe culturale La figura del fante armato in maniera pesante scudo rotondo, corazza, elmo, schinieri, lancia, pugnale, per un peso di non meno di 30 chilogrammi da sopportare nella rovente estate greca in qualche misura ci è familiare.

L oplita è ritenuto da una consolidata tradizione di studi il dominatore sui campi di battaglia del Mediterraneo per un lungo periodo, che va più o meno dalla metà del VII alla metà del IV secolo a. Ma non si tratta di una figura cara solo alla ristretta cerchia dei polemologi. L oplita è stato spesso identificato con il cittadino tout court e la falange oplitica con la polis stessa in azione sul campo di battaglia, quella polis Alana Carrhae per bere emerge dalle nebbie delle Dark Ages al centro della vita politica, istituzionale e sociale del mondo greco.

A seguire tale impostazione, il cittadino di rango oplitico, in quanto dotato delle risorse in grado di procurargli il surplus necessario ad acquistare la panoplia, viene a coincidere con una aristotelica classe media, fattore di democratizzazione rispetto alle guerre tra eroi di età omerica e valido baluardo in grado di opporsi al pericolo sempre presente dell emergere di un demos nullatenente o quasi. Ultimo gradino di questa ascesa: poiché il modo di combattere oplitico privilegerebbe uno scontro aperto, leale, limitato nelle evoluzioni strategiche ma efficacissimo per determinare chi è più coraggioso e più forte, tale modo di combattere, pur con gli adeguamenti inevitabili avvenuti nel corso di una storia di oltre anni, rappresenterebbe archetipicamente la western way of war.

Essa, negli ultimi perigliosi decenni, ha mostrato ancora una certa vitalità, opponendosi alle oscure forze del terrorismo, portatore di un modo di combattere subdolo e infido perché nascosto e imprevedibile. Talune conclusioni andranno considerate come provvisorie. Una tipologia, non sfuggirà, utile per identificare, più che altro, l homo americanus, diretto discendente, non si sa per quali vie, del Alana Carrhae per bere delle aride terre greche di anni fa.

In queste pagine, mi vorrei soffermare su alcuni aspetti specifici del problema dell oplitismo in età arcaica e classica, per mostrare direttamente sul campo della ricerca storica le difficoltà che esistono per precisare i contorni della figura dell oplita, troppo spesso data per scontata.

L età arcaica La prima battaglia oplitica di cui possiamo affermare di possedere una vera e affidabile descrizione è del Thuc. Vbattaglia di Mantineacirca due secoli e mezzo dopo la supposta introduzione dell oplitismo. La parola stessa oplita appare nella letteratura nel corso del V secolo, mentre l aggettivo oplitico viene adoperato da soli quattro autori Tucidide, Senofonte, Platone, Aristotele.

Per non parlare di un espressione consolidata e diffusa nella letteratura moderna, falange oplitica, che compare addirittura in piena età ellenistica, senza alcun riscontro in età arcaica e classica. Si limitano a pochi versi di poeti arcaici, in primo luogo Tirteo cfr. In primo luogo, un grande numero di ex-voto nei santuari panellenici consistenti in scudi e altri pezzi di armatura, cui Alana Carrhae per bere possono aggiungere le raffigurazioni vascolari e in minor misura, della statuariaa partire dalla celebre Olpe Chigi del a.

È il capitolo di gran lunga più delicato e complesso, che ha dato luogo alle maggiori controversie interpretative. Il 1 Non è necessario, in questa sede, fornire una bibliografia esaustiva sui temi ai quali abbiamo accennato.

L instancabile quanto influente divulgatore del credo dell oplita e della western way of war è indubbiamente Victor Davis Hanson The Western Way of War, New Yorktrad. When, Where, and Why? Una rapida quanto efficace contestazione del Alana Carrhae per bere di western way of war in H. Sidebottom, Ancient Warfare.

Krentz, Warfare and Hoplites, in A. Shapiro Ed. Echeverria Rey, Ciudadanos, campesinos y soldados: El nacimiento de la polis griega y la teoria de la revolucion hoplita, Madrid Cfr. Esistono in primo luogo tradizioni su episodi Alana Carrhae per bere quali la guerra lelantina con le connesse leggende sull accordo per limitare l uso di armi da lancio: cfr.

Strabo X 1, 12, in relazione ad Archiloc. C è poi Erodoto, con la sua descrizione delle battaglie di Maratona e Platea, che sono spesso state interpretate come tipiche battaglie oplitiche, presumendo al contempo che esse si inseriscano in una tradizione consolidata, operante da un paio di secoli. Ci vorrebbe un libro per discutere tutti i problemi suscitati da questo elenco. Qui basterà ricordare come alcuni dei mattoni più solidi con cui sono state edificate le ipotesi sulla nascita dell oplitismo, quali i versi di Tirteo e la raffigurazione dell Olpe Chigi, sono ormai da più parti messi in forte dubbio, nel senso che non è affatto chiaro se siano leggibili davvero come prime manifestazioni di un nuovo modo di combattere; 7 le dediche nei santuari, d altro canto, sembrano oggi dimostrare come la maggior parte dei cosiddetti opliti non indossasse affatto la corazza il pezzo più prestigioso e costoso della panoplia ma preferisse al bronzo il cuoio, molto meno costoso, meno pesante e almeno altrettanto resistente.

Temi contemporanei all epoca in cui Aristotele scriveva e preconcetti ideologici sembrano indirizzare il suo ammirevole tentativo di rendere coerente e leggibile una storia che tale non era. Vidal-Naquet, Alana Carrhae per bere tradizione dell oplita ateniese, ne Il cacciatore nero, trad.

Milano; lo stesso autore, pur all interno di una visione classica dell oplitismo, ricorda come rievocando Alana Carrhae per bere battaglia VII Alana Carrhae per bere, in cui Mardonio descrive ironicamente il modo di combattere dei Greci; non è possibile analizzare qui in profondità le interpretazioni che del passo vengono fornite: basti ricordare come Hanson, Hoplite Battle as Ancient Greek Warfare, cit.

Wheeler, Battle, in P. Sabin - H. Whitby Eds. Studi offerti dagli allievi a Giuseppe Nenci in occasione del suo 70 compleanno, Lecce Alana Carrhae per bere, Altri testi: Demosth. IX Terza Filippica ; Polyb. Echeverria Rey, Ciudadanos, campesinos y soldados, cit. Universalmente riconosciuto era che i cittadini non poveri dovessero occuparsene a pieno titolo.

IV b raccomanda che il censo richiesto per far parte con pieno diritto della cittadinanza sia stabilito in modo tale da permetterne comunque l accesso alla maggioranza degli uomini adulti, in modo che i poveri, sempre pronti a progettare staseis, possano essere tenuti a bada. Anche quello che a prima vista sembrerebbe il principio più diffuso e importante, cioè che debbano partecipare alla politeia solo quanti possiedono le armi, vale a dire gli hopla parechómenoi, per dirla con il termine greco più diffuso e pregnante, 12 finisce per rivelarsi, alla prova dei fatti, uno slogan ideologicamente potente, ma quanto meno assai più elastico di quanto non abbiano ritenuto quanti l hanno tradotto con l obbligo di affidare la città a cavalieri e opliti.

Riconsideriamo brevemente il problema, partendo Alana Carrhae per bere espressione ta hopla, da cui oplita. II,in particolare Cfr. Myths and Realities, Londonin particolare XX Alana Carrhae per bere l orazione sia probabilmente spuria non riveste grande importanza per quanto ci sta a cuore.

Non c è dubbio che il passo, qualunque sia il valore che gli si voglia assegnare, rifletta un modo di compilare le liste assai alla buona, tenendo presenti raccomandazioni e desideri dei singoli. IV b, già cit. VIII 97, ; Alana Carrhae per bere. II 3, E non da scudo hoplon : la cosa fa una certa differenza. Lazenby - D. È opportuno inoltre tenere presenti: i molti metodi Alana Carrhae per bere fortuna con Alana Carrhae per bere quali era possibile procurarsi armi e armature: cfr.

Tact e il discorso di Cinadone nelle Elleniche di Senofonte III 3, 7 : entrambi accennano ad armi che possono essere reperite con facilità al mercato della città. Tra i metodi impropri, considereremo anche il trafugamento e il conseguente impiego di scudi consacrati nei templi: se ne confronti la parodia in Aristoph.

Eq i casi di intervento statale: Sparta, ma anche Atene, Alana Carrhae per bere partire circa dalla metà del IV secolo, fornivano regolarmente le armi ai propri cittadini. I casi comunque non mancano e sono più di quelli che non si creda, a partire, ovviamente, dagli iloti spartani; 16 prestiti o donazioni da parte di privati benestanti. I casi presenti nella letteratura sono pochissimi: il più noto è forse quello di Alana Carrhae per bere Lys. XVI 14che afferma di aver donato a due compagni di demo trenta dracme Alana Carrhae per bere.

Dove sorprendente è il termine ephodion, che dovrebbe riferirsi alle provviste per il viaggio: i compagni di demo dunque non avevano di che pagarsi non tanto o non solo le armi, ma addirittura il cibo? In ogni caso, il passo non sembrerebbe alludere a spese per le armi; 17 la ovvia possibilità di ereditare ta hopla dal padre, pur Alana Carrhae per bere essendo in buone condizioni Alana Carrhae per bere si confronti anche il caso anomalo degli orfani di guerra, cui la panoplia veniva, a quanto pare, donata dallo stato Plat.

Giungiamo intanto a una prima, importante conclusione: servire come oplita non corrisponde a una precisa condizione economica. Il problema, che viene raramente esplicitato 14 Cfr. III 10, era un Alana Carrhae per bere di corazze su misura, vendute, a suo stesso dire, a caro prezzo; alcuni, ricorda lo stesso Pistias, le volevano anche ed, ma il passo fa capire come il valore di una corazza, più che da questi ornamenti, fosse determinato dal perfetto adattamento al corpo dell acquirente.

VIII 25, Cfr. Per un altro caso, cfr. Non ha molto a che fare con il nostro ragionamento Xen. L argomento è importante, ma non del tutto pertinente in questa sede: si veda quanto meno M. Giangiulio, Stato e statualità nella polis: riflessioni storiografiche e metodologiche, in S. Mancando un esercito fisso, le conseguenze potrebbero essere esiziali.

Essere opliti ad Atene Atene è una città anomala: troppo grande, troppo diversificata nelle sue attività economiche. Ma è anche la città che conosciamo di gran lunga meglio, quindi è qui che ci dobbiamo fermare per saperne qualcosa di più. La domanda che vorrei porre è la seguente: che cosa vuol dire essere oplita ad Atene in età Alana Carrhae per bere Chi poteva definirsi tale?

Partiamo da una considerazione, importante, a dimostrazione di come il mio contributo non abbia meri fini distruttivi: il concetto di oplita è vivo e ha una notevole importanza, almeno per quanto concerne il V secolo. Lo dimostra, per esempio, un passo di Tucidide III 87, 3relativo alle perdite causate dalla cosiddetta peste, nei primi anni della guerra del Peloponneso: 20 Dal testo possiamo ricavare, in primo luogo, che Tucidide pone un abisso tra chi è oplita e, a maggior ragione, cavaliere e chi non lo è.

I primi vengono contati, gli altri no. È possibile che Tucidide non avesse la possibilità di conoscere il numero dei morti intervenuto tra coloro che non avevano almeno il rango oplitico.

Di conseguenza, o si pensa che un elenco sufficientemente preciso esistesse solo per i cavalieri e gli opliti, e non per tutti gli altri, pur nella pienezza della loro condizione di cittadini; oppure, a mio parere più plausibilmente, Tucidide, dato il gran numero di deceduti nella fascia meno abbiente della popolazione si doveva trattare di almeno personenon si è dato pena di contarli.

Con tale parola, Alana Carrhae per bere fonti sembrano indicare un elenco di cittadini ateniesi di rango oplitico cui era possibile attingere in occasione di spedizioni che contemplavano, appunto, l impiego di un certo numero di opliti. Le posizioni degli studiosi riguardo alla natura del katalogos, stante l ambigua documentazione a disposizione, sono tutt altro che univoche.

Una ricostruzione plausibile che mi sento di avallare 22 sembrerebbe indicare che: 1 sui lexiarchika grammateia, i registri dei cittadini dei demi, doveva essere segnata una sigla o qualcosa del genere accanto al nome di quanti avevano il rango di opliti, per poterli individuare senza difficoltà; 23 2 il katalogos non era altro che la lista, desumibile dalla sommatoria di tutti i registri dei demi, 24 di tutti coloro che venivano classificati Alana Carrhae per bere opliti, da cui veniva 19 Un eccezione è costituita dal già citato Enea Tattico: cfr.

Chaniotis - P. Ducrey Eds. La risposta tradizionale, che prevede un preciso censo o più che altro, precise capacità economiche da raggiungere per essere dichiarato oplita, è un miraggio. In primo luogo, non era affatto facile, in una polis come Atene, conoscere l ammontare del patrimonio di una persona; l unica possibilità era quella di rifarsi alle categorie censitarie soloniane peraltro, come è ben noto, legate esclusivamente alla produzione agricolasottintendendo l identificazione degli opliti con gli zeugiti.

Quest ultimo, il buon cittadino, si presenterà come volontario e non sarà certo rimandato indietro. Pax e Lys. IX Non sempre erano volontari, comunque: cfr. VIII 24, 2, in cui si parla di opliti epibatai tratti ek katalogou. XIII 4con l espressione non si riferisce a eventuali volontari, ma a quelli che avevano superato l età per servire come soldati; ha comunque una certa importanza, perché dimostra l esistenza di un katalogos ufficiale nel IV secolo.

Hansen, La democrazia ateniese Alana Carrhae per bere IV secolo a. Milano; Cfr. Bekker-Nielsen - L. Hannestad Eds.